Still Corners al Covo

still-corners-list01

Il quartetto inglese ha la leggerezza e l’inquietudine dei sogni

 

still-corners-list01Chi: Still Corners
Cosa: in concerto a Bologna
Quando: sabato 17 marzo 2012
Dove: Covo Club, Viale Zagabria 1, Bologna
Costo: 10 euro, tessera HOVOC obbligatoria
Info: 051 505801 – info@covoclub.it

Gli Still Corners saranno ospiti del Covo Club sabato 17 marzo, per la loro data bolognese. La band inglese conta quattro elementi, ed è guidata da Greg Hughes, multistrumentista autore di tutti i brani, e Tessa Murray, l’evocativa voce sussurrata …

Il quartetto inglese ha la leggerezza e l’inquietudine dei sogni

still-corners-slide01

IN BREVE Chi: Still Corners Cosa: in concerto a Bologna Quando: sabato 17 marzo 2012 Dove: Covo Club, Viale Zagabria 1, Bologna Costo: 10 euro, tessera HOVOC obbligatoria Info: 051 505801 – info@covoclub.it

di Giuseppe Marino

Gli Still Corners saranno ospiti del Covo Club sabato 17 marzo, per la loro data bolognese. La band inglese conta quattro elementi, ed è guidata da Greg Hughes, multistrumentista autore di tutti i brani, e Tessa Murray, l’evocativa voce sussurrata che ha il compito di cantarli. Seguono Leon Dufficy alla chitarra e Luke Jarvis al basso.

Il territorio degli Still Corners è il dream pop, incrociato con gli echi più melodici della dark wave. Fra Galaxie 500, Cocteau Twins, echi di Jesus and Mary Chain e languori vocali che ricordano la prima Goldfrapp, quella con gli Still Corners si presenta come una serata in cui immergersi, lasciandosi andare ai suoni avvolgenti e sottilmente inquietanti. Il potere evocativo di stampo cinematico è ispirato, come esplicita lo stesso Hughes, dalla sua passione per la Nouvelle Vague e il cinema horror italiano degli anni ’60 ’70.

Da questo incontro di sonorità e suggestioni è nato nel novembre 2011, dopo due EP, il loro primo album, quel Creatures of an Hour sognate e compatto (31’) che gli Still Corners proporranno sabato dal vivo.

15 marzo 2012