Kurt Cobain 50: Lavine fotografa il grunge

Alla ONO Arte arrivano alcuni degli scatti più iconici del leader dei Nirvana

  

KurtCobain phLavine ONOarte slide01

 

IN BREVE  Chi: Michael Lavine  Cosa: mostra "Kurt Cobain 50: Il grunge nelle foto di Michael Lavine"  Dove: ONO Arte contemporanea, via Santa Margherita 10  Quando: 13 dicembre 2017 - 31 gennaio 2018  Costo: ingresso libero  Info: sito ONO Arte

 

di Erika Gardumi

 

Se fosse ancora vivo Kurt Cobain avrebbe oggi 50 anni. Probabilmente la vicenda personale dell'indimenticato leader dei Nirvana sarebbe andata diversamente e il grunge avrebbe ancora con sé una delle sue bandiere, ma non c'è dubbio che il carisma di Cobain non è solo dovuto alla prematura morte, ma anche e soprattutto a ciò che è riuscito a rappresentare in vita. 

A ricordarci del suo grande potere iconico è la mostra in arrivo il 13 dicembre alla galleria ONO Arte di Bologna, "Kurt Cobain 50: Il grunge nelle foto di Michael Lavine". Un viaggio fotografico nella musica americana della fine del secolo scorso firmato Michael Lavine, celebre fotografo pubblicitario che negli ultimi venticinque anni ha realizzato alcune delle fotografie più iconiche del mondo dello spettacolo, tra cui alcuni dei ritratti più famosi di Kurt Cobain. 

Tra jeans strappati, camicie di flanella e capelli lunghi, la mostra percorre la storia dei Nirvana in studio in quattro diversi momenti, dai mesi della loro prima formazione, quando al posto di Dave Grohl alla batteria c'era ancora Chad Channing, fino agli anni del successo mondiale, quando accanto al leader della band c'era la moglie Courtney Love, regalandoci scatti che sono diventati simbolo di un'era. Accanto alle immagini della band di Seattle, la mostra presenta per la prima volta in Italia i ritratti di altri gruppi simbolo degli anni novanta fotografati da Lavine: da Kim Gordon a Nick Cave passando per i Beastie Boys, Hole e Cramps.

La mostra Kurt Cobain 50, che si articola non a caso in 50 scatti, inaugura il 13 dicembre alle 18.30 e sarà visitabile fino al 31 gennaio 2018.

22 novembre 2017

 

Bologna Cult utilizza cookies, anche di terze parti. Cliccando sulla dicitura Agree, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information