Cosa unisce Cristo all’Ikea? Ce lo spiega Spinoza.it

Stefano Andreoli presenta in Feltrinelli il suo 'Manuale di autodifesa dalle religioni'

IN BREVE Chi: Stefano Andreoli e Spinoza.it Cosa: presentazione di “Vade retro! Manuale di Autodifesa dalle religioni” Quando: Giovedì 23 febbraio 2012, ore 18:00 Dove: Feltrinelli International, Via Zamboni 7/b Costo: gratis Info: 051/268070

di Simone Arminio

Inutile negare predilezioni evidenti: per i premiati umoristi di Spinoza.it, fra gli argomenti culto di sempre ci sono soprattutto le religioni. Urge però una specifica, visti i tempi di chierichetti e Celentani. E cioè che il concetto di religione, nel nuovo libro del collettivo Spinoza.it con i disegni di Vauro (“Vade retro! Manuale di autodifesa dalle religioni” – Aliberti Editore, 14 euro, 171 pagine – presentato giovedì 23 febbraio alla Feltrinelli International) è un termine-ombrello che racchiude un po’ tutte le nostre dipendenze culturali quotidiane.

Quelle che ognuno si procura nel weekend, fatte di dogmi, credi innati o acquisiti, certezze vere o presunte. Come l’Islam o il Cristianesimo, certo, ma anche Scientology, il Buddismo, il Calcio o il culto di Apple e dell’Ikea. Questo il tenore: “Il Berlusconismo è una religione monoteista diffusa principalmente in Italia e in Antigua. Differisce dagli altri monoteismi come Ebraismo, Islam e Cristianesimo perché non pone la divinità in una dimensione trascendente, ma nel nostro mondo di tutti i giorni nostri, proprio in mezzo ai coglioni”. Questa e altre chicche tratte dal libro saranno declamate in pubblico giovedì 23 febbraio alle 18 alla Feltrinelli International di via Zamboni (no, non la Feltrinelli sotto le Torri, quella del “Ci vediamo davanti alla Feltrinelli”, bensì quell’altra, con i libri in inglese, i fumetti, i libri di viaggio e i testi universitari).

Assente Vauro, che è autore di tutte le illustrazioni del libro, sarà presentissimo Stefano Andreoli, blogger e comunicatore cesenate, uno dei motori di www.spinoza.it in compagnia del fondatore Alessandro Bonino. Oltre che al web, Andreoli non è nuovo nemmeno alle librerie, dove ha già portato classici come: “Sempre cara mi fu quest’ernia al colon”, “Spinoza, un libro serissimo” e “Spinoza una risata vi seppellirà”. Valide infine anche le sue doti di intrattenitore live: potete ascoltarlo, oltre che alle presentazioni delle raccolte di Spinoza, anche ogni mattina a “Si salvi chi può” su Radio Monte Carlo e su La7 (La trasmissione è “Tetris”). Dove non si vede ma si fa sentire, infine, è a Italialand di Maurizio Crozza, di cui Andreoli è uno degli autori.

21 febbraio 2012