Il massacro della Diaz, tra realtà e finzione

diaz-film-list01

Giovedì 12 aprile il film su Genova in anteprima a Bologna

diaz-film-list01Titolo: Diaz 
Regista: 
Daniele Vicari 
Attori: 
Claudio Santamaria, Elio Germano, Renato Scarpa, Jennifer Ulrich  
Quando: 
anteprima il 12 aprile, ore 21.30 
Dove: 
Cinema Odeon, via Mascarella, 3

Pesante sentirsi dire da Amnesty International che il 21 luglio 2001, in Italia, c’è stata “la più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale, dalla Seconda Guerra Mondiale”. Eppure tutti ricordiamo le immagini degli scontri di sangue a margine del G8 di Genova, e quei due nomi, Diaz e Bolzaneto, con un certo sgomento mai sepolto ...

Giovedì 12 aprile il film su Genova in anteprima a Bologna


diaz-film-slide01

IN BREVE Titolo: Diaz Regista: Daniele Vicari Attori: Claudio Santamaria, Elio Germano, Renato Scarpa, Jennifer Ulrich Quando: anteprima il 12 aprile, ore 21.30 Dove: Cinema Odeon, via Mascarella, 3 Bologna


di Simone Arminio


Pesante sentirsi dire da Amnesty International che il 21 luglio 2001, in Italia, c’è stata “la più grave sospensione dei diritti democratici in un paese occidentale, dalla Seconda Guerra Mondiale”. Eppure tutti ricordiamo le immagini degli scontri di sangue a margine del G8 di Genova, e quei due nomi, Diaz e Bolzaneto, con un certo sgomento mai sepolto. L’interesse cresce ora che dopo tanti, ottimi, documentari e servizi giornalistici, quella storia si è trasformata in finzione (si fa per dire) cinematografica. 

Il film in questione si chiama proprio “Diaz” ed è prodotto da Domenico Procacci per Fandango, con la regia di Daniele Vicari e la partecipazione tra gli altri di Elio Germano e Claudio Santamaria. Verrà proiettato domani, giovedì 11 aprile, in anteprima a Bologna al Cinema Odeon di via Mascarella, 3 un giorno prima dell’uscita in tutte le sale italiane. 

Un’occasione da non perdere, soprattutto se si ha voglia di risparmiare due euro: iscrivendosi sul sito del Biografilm Festival (in cui la proiezione è inserita, e che aprirà i battenti a Bologna dall’8 al 18 giugno), e inserendo il codice DZ12SB, sarà possibile acquistare il biglietto per Diaz a sei euro anziché otto. 

 

Ma di cosa stiamo parlando?

A raccontarci, dieci anni dopo, le vicende note dei fatti di Genova, è l’incrocio di sei vicende che hanno in comune la verosimiglianza con i fatti e i personaggi storici narrati. A impersonarle sono Luca (Elio Germano), un giornalista della Gazzetta di Bologna accorso a Genova dopo la notizia della morte di Carlo Giuliani, Alma (Jennifer Ulrich), un’anarchica tedesca alla ricerca dei dispersi, Nick (Fabrizio Rongione), manager venuto a Genova per seguire i seminari di economia solidale, Anselmo (Renato Scarpa), un pensionato CGIL che ha preso parte ai cortei e Max (Claudio Santamaria), vicequestore aggiunto del primo reparto mobile di Roma che nella notte del 21 luglio fece irruzione alla Diaz.

Il giudizio su storie che finzionano la realtà con l’apporto di sottotrame inventate, e magari storie sentimentali a margine, è sempre sospeso fino alla fine della visione. Perciò, che ci muova la fiducia, la curiosità o il pregiudizio, non resta che accreditarsi alla visione. Ed ecco, a tal proposito, anche altre due informazioni utili: giovedì alle 18, poche ore prima della proiezione, il regista Daniele Vicari sarà presente alla Feltrinelli di Piazza Ravegnana a parlare del suo film, in un incontro moderato da Davide Zanza. La sua presenza è assicurata anche al Cinema Odeon, dove in compagnia del produttore Domenico Procacci commenterà il film a margine della proiezione.

11 aprile 2012