Ottobre in Cineteca

gravity-list01

Gravity, Bling Ring, Gender Bender e molto altro al Cinema Lumière

 

gravity-list01Cosa: Retrospettive e prime visioni in Cineteca – Cinema Lumière
Dove: Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna


di Giuseppe Marino

 

L’ottobre della Cineteca offre interessanti retrospettive e almeno un paio di importanti prime visioni. Una di queste è Gravity, film di Cuaròn (I Figli degli Uomini) con George Clooney e Sandra Bullock di “fantascienza umanista”…

Gravity, Bling Ring, Gender Bender e molto altro al Cinema Lumière

 

bling-ring-slide01

 

IN BREVE Cosa: Retrospettive e prime visioni in Cineteca – Cinema Lumière Dove: Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna

 

di Giuseppe Marino

 

L’ottobre della Cineteca offre interessanti retrospettive e almeno un paio di importanti prime visioni. Una di queste è Gravity, film di Cuaròn (I Figli degli Uomini) con George Clooney e Sandra Bullock di “fantascienza umanista”, formula che significa: non vedrete mostri né buoni né, tantomeno, pericolosi, ma ascolterete riflessioni possibilmente profonde sulla natura umana. E trattando di due personaggi alla deriva nello spazio, non mancherà loro il tempo per fare il punto. Il film ha aperto il Festival di Venezia e riscosso un sostanzioso successo di pubblico e critica. Sarà al Lumiere da giovedì 3 a mercoledì 9 ottobre, in 3d e lingua originale. Per chi avesse fretta, segnaliamo un’anteprima organizzata dal Biografilm all’Odeon, il primo ottobre alle 21.

L’altra prima visione è quel Bling Ring, ultimo film di Sofia Coppola ancora in sala l’1 e 2 ottobre, che sta realizzando al tempo stesso buoni incassi e tiepidi apprezzamenti. La vacuità della “storia vera” cui la Coppola s’ispira porta lo spettatore verso un confronto non particolarmente esaltante con adolescenti esaltati dagli oggetti e gli stili di vita dei vip. Intere sequenze si svolgono all’interno dei guardaroba di Paris Hilton o Lindsay Lohan, mentre un’enfasi liturgica avvolge i giovani svaligiatori che s’impossessano di beni simili a reliquie. Nonostante la scarsa densità dell’opera la regista non conserva alcuna ambiguità, anzi esplicita le sue preoccupazioni per una generazione vincolata a ideali materialisti e affascinata da un sistema d’immagini e apparenza. Nel fare questo realizza dei film molto simili a una vetrina d’alta moda, e la stessa Sofia è una potente griffe.

Ma veniamo alle rassegne, le vere esclusive della Cineteca. In un programma come al solito ricchissimo, si segnala il ciclo “A Fil di Spada”, dal 2 al 6 ottobre all’interno della manifestazione “A fil di spada in via Manzoni. Duelli e tornei nei secoli”. Immancabili I Duellanti (2 ott h. 22.15), indimenticato esordio di Ridley Scott del 1977 e Kagemusha – L’Ombra del Guerriero (3 ott 17.30), capolavoro di Kusosawa del 1980. Il filone Guilty Pleasures azzarda questo mese l’accostamento fra Dirty Dancing (18 ott h. 22.15) e Gola Profonda (19 ott h. 22.15). Il Cinema Ritrovato al Cinema, appuntamento con titoli storici portati a nuova vita dalla restaurazione digitale, propone Dial M For Murder 3d – Il delitto perfetto di Hitchcock (1, 7, 8, 14, 15, 21 ottobre) e Il Gattopardo di Visconti (28 e 28 ott).

Infine, inizierà il 26 ottobre e proseguirà fino al 2 novembre l’undicesima edizione del Festival Gender Bender. Al Lumière la sezione cinematografica con ospiti Marco Berger e Sébastien Lifshitz, l’ultimo film di Xavier Dolan e quindici anteprime nazionali. Prossimamente approfondimenti.

1 ottobre 2013