Orientarsi a SetUp 2016, l'”artefiera” indipendente

SetUp Fair 2016 Stefano-Gioda-Fantino-2015-Digital-Painting list01

Dal 29 gennaio la 4a edizione dell’evento dedicato agli artisti emergenti e innovativi 

 

SetUp Fair 2016 Stefano-Gioda-Fantino-2015-Digital-Painting list01

Chi: SetUp fair 2016
Cosa:
quarta fiera d’arte contemporanea indipendente
Quando:
29-31 gennaio 2016
Dove:
Autostazione di Bologna
Costo:
5 euro
Info: setupcontemporaryart.com

di Erika Gardumi

 

In un’edizione 2016 dell’Art week(end) bolognese di ArteFiera che si preannuncia ricolmo, se non saturo, di eventi legati all’arte contemporanea, rivolgere “per statuto”…

Dal 29 gennaio la 4a edizione dell’evento dedicato agli artisti emergenti e innovativi

  

SetUp Fair-2016 Barcel-one-Maria-E-Santiso-Ventana-al-alma slide01

 

IN BREVE  Chi: SetUp fair 2016 Cosa: quarta fiera d’arte contemporanea indipendente Quando: 29-31 gennaio 2016 Dove: Autostazione di Bologna Costo: 5 euro Info: setupcontemporaryart.com Image Credits: (in home:) Stefano Gioda, Fantino (qui sopra:) particolare di: Barcelone Maria e Santiso, Ventana al alma

 

di Erika Gardumi

 

In un’edizione 2016 dell’Art week(end) bolognese di ArteFiera che si preannuncia ricolmo, se non saturo, di eventi legati all’arte contemporanea, rivolgere “per statuto” il proprio sguardo ad artisti emergenti è uno di quei tratti distintivi che possono fare la differenza. Un’altro è sicuramente l’essersi affermati negli anni come punto di riferimento. SetUp Fair, fiera d’arte contemporanea indipendente di Bologna che festeggerà la sua quarta edizione dal 29 al 31 gennaio, ha e coltiva da anni entrambi questi tratti con un obiettivo ben preciso: “mettere in moto un nuovo processo per ripensare il sistema arte”.

Innanzitutto seguendo il consolidato format che punta sulla partecipazione di progetti concepiti da un curatore under 35 in tandem con almeno un artista under 35.

In secondo luogo la rivitalizzazione del sistema arte passa dagli spazi, che si riconfermano anche quest’anno quelli dell’Autostazione di Bologna (piazza XX Settembre 6). Un luogo di passaggio, di scambio, “frequentato dai passeggeri, caratterizzato da una forte identità, ma anche uno spazio da “rivedere” e da vivere, non solo da attraversare per prendere la corriera”. Interessante anche da questo punto di vista il tema dell’edizione, l’orientamento, inteso come la facoltà di riconoscere dove ci si trova e sulla base di ciò capire come muoversi e dove andare.

Poi essere indipendenti non significa necessariamente essere piccoli: quest’anno SetUp ha allargato la sua rete di gallerie partner a 44, tra italiane e straniere, e si è vista annoverare tra le eccellenze fieristiche nazionali. Buoni presupposti per un’edizione ricca di spunti e novità, anche in un campo “che non dorme” come quello dell’arte contemporanea.

Il tema dell’orientamento è molto attuale anche in tempi di manifestazioni plurievento come Art Week. Per orientarvi nel programma di SetUp Fair vi rimandiamo al sito setupcontemporaryart.com, dove sono elencati artisti, installazioni e eventi off in programma. Un’ulteriore mappa da tenere presente è quella di SetUp+, un carnet di eventi tematizzati “food, relax, gallery e store” che prenderanno vita nei giorni di SetUp Fair 2016 in vari locali partner in giro per la città.

15 gennaio 2016