Bologna è pop: Murakami in mostra

murakami-kira-kira-list

Alla Galleria Cavour arriva la pop art del maestro giapponese

 

murakami-kira-kira-list

Cosa: Takashi Murakami, mostra
Quando: dal 25 gennaio al 25 febbraio 2017
Dove: Galleria Cavour, Bologna

di Andrea Marino

 

In occasione del 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, si terrà a Bologna anche una mostra dedicata a Takashi Murakami, uno degli artisti contemporanei giapponesi più noti, punto di riferimento della pop art.

Alla Galleria Cavour arriva la pop art del maestro giapponese

 

murakami-Tan-Tan-bu-puking-slide

 

IN BREVE Cosa: Takashi Murakami, mostra Quando: dal 25 gennaio al 25 febbraio 2017 Dove: Galleria Cavour, Bologna

 

di Andrea Marino

 

In occasione del 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, si terrà a Bologna anche una mostra dedicata a Takashi Murakami, uno degli artisti contemporanei giapponesi più noti, punto di riferimento della pop art. La mostra, curata da Alessia Marchi, propone 50 opere dell’artista, che saranno esposte alla Galleria Cavour dal 25 gennaio – apertura alle 17:00 – al 25 febbraio. In più ci saranno anche alcuni pezzi creati da Murakami per Louis Vuitton nel 2003 e nel 2009 con le serie Superflat Monogram e Superflat First Love: queste saranno esposte all’interno del negozio del marchio francese.
I normali orari di apertura della mostra sanno 10-13 / 15-20 ma in occasione di Art City, dal 27 al 29 gennaio, ci sarà orario continuato, con chiusura alle 21 il venerdì e la domenica e orario prolungato fino alle 24 per la Art City White Night, sabato 28.

Murakami è famoso, tra le altre cose, per aver sapute mescolare la pittura tradizionale giapponese, il nihonga, con il mondo degli anime e dei manga amato dagli otaku, una sorta di nerd in versione Sol Levante. Una colorata fusione di arte ricca e subcultura che molto piace ai ricchi collezionisti di tutto il mondo.
Invitato alla Biennale di Venezia nel 1995, ha esposto in seguito nelle più prestigiose sedi museali ed espositive del mondo, tra cui il Museum of Contemporary Art di Tokyo (2001), il MOCA di Los Angeles (2001 e 2007), la Fondazione Cartier di Parigi (2002), il Guggenheim Museum di Bilbao (2009), la Reggia di Versailles (2010), Palazzo Reale, a Milano (2014).

 

20 gennaio 2017