Cinema sociale, comincia il Terra di Tutti Festival

Migranti, viaggi e condizione delle donne al centro di questa undicesima edizione

IN BREVE Cosa: Terra di Tutti Film Festival, undicesima edizione Dove: Cineteca Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna e dintorni

Inizia ufficialmente domani, venerdì 13, l’undicesima edizione della rassegna di cinema sociale Terra di Tutti Film Festival, intitolato “Voci dal mondo invisibile”. Tre giorni di proiezioni – 20 in concorso e 15 fuori concorso – in cui il tema dei migranti è centrale: migranti e rifugiati, persone in fuga dai luoghi d’origine e persone che arrivate in Italia o in un altro Paese ospitante devono affrontare  condizioni mentali e materiali difficili.

Il festival, organizzato come ogni anno da GVC e COSPE, si svilupperà presso la Cineteca, in via Azzo Gardino, lungo il fine settimana, terminando domenica 15 ottobre. Da notare la prima visione di Astral, di Jordi Évole che racconta l’impegno e il lavoro dei soccorritori che nel Mediterraneo hanno salvato migliaia di vite. Particolarmente interessante anche il film di Paul Moreira, La rivoluzione confiscata, che racconta sei anni di conflitto siriano attraverso le voci di rivoluzionari pacifisti poi passati alle armi e poi costretti all’esilio.

Di seguito il programma. Ulteriori dettagli sul sito di Terra di Tutti Film Festival.

Venerdì 13 ottobre
Cinema Lumière, Sala Mastroianni- Via Azzo Gardino 65/b

16.00 – 18.30 TTFF incontra Nazra Palestine Short Film Festival-Bologna
Selezione di cortometraggi palestinesi d’autore

15.30 – 17.30 TTFF incontra #EUAidVolunteers
Presso la Cineteca di Bologna, via Riva di Reno 72
Ingresso libero con registrazione qui.

18.00 – 18.30 Inaugurazione dell’11esima Edizione del TTFF con ospiti e aperitivo.
Presso il cortile della Cineteca di Bologna.
Intervengono Massimo Mezzetti, assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e Susanna Zaccaria, assessore alle Pari Opportunità del Comune di Bologna Iperbole Rete Civica.

Proiezioni presso il Cinema Lumière, Sala Mastroianni- Via Azzo Gardino 65/b

18.30 – 21.00 FORTEZZA EUROPA
– Kerités – Fence di Anna Ilin, Germania 2017, 18′
– Astral di Jordi Évole e Ramón Lara, Spagna 2016, 101′ (fuori Concorso) Salvados

21.00 – 23.00 RACCONTI DI FRONTIERA
– Loza, di Jean-Sébastien Desbordes, Matthieu Martin e Nicolas Berthelot, Francia, 32′
– Choucha, an unfathomable indifference di Sophie Bachelier e Djibril Diallo, Francia 2016, 50′

23.00 – 24.00 VISIONI NOTTURNE
– Binxêt – Sotto il confine di Luigi D’Alife, Italia 2017, 94′ (fuori concorso)

Sabato 14 ottobre

Proiezioni presso il Cinema Lumière, Sala Mastroianni- Via Azzo Gardino 65/b

14.00 – 16.00 VISIONI D’AFRICA
– Soukeina, 4.400 días de noche di Laura Sípan Bravo, Spagna 2017, 28′
– Inner me di Antonio Spanò, Congo 2016, 30′

16.00 – 17.30 VITA DA RIFUGIATO
– Kachach, above Zaatari di Bruno Pieretti, Francia 2016, 15′
– The mother refugees di Dima AL-joundi, Libano 2015, 47′ Al Jazeera Documentary Channel – قناة الجزيرة الوثائقية

17.30 – 19.00 TTFF11 INCONTRA MERIDIANO ZERO in collaborazione con Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e Festival dei Popoli
– Uncut di Emanuela Zuccalà e Simona Ghizzoni, Italia 2016, 19′
– K2 and the Invisible Footmen di Lara Lee, Pakistan 2015, 54′

19.00 – 21.30 FOCUS SIRIA
– Syrie, la révolution confisquée di Paul Moreira, Francia 2017, 52′
– The Envoy: Inside Syria Peace Negotiations di Anne Poiret, Francia 2017, 52′

21.30 – 23.00 ASIA MON AMOUR
– Up the Hills, Down the Valley di Phuong Thao Tran, Vietnam 2016, 18′
– Irrawaddy Mon Amour di Nicola Grignani, Valeria Testagrossa e Andrea Zambelli, Italia/Birmania 2015, 56′

23.00 – 24.00 VISIONI NOTTURNE
– Astral di Jordi Évole e Ramón Lara, Spagna 2016, 101′ replica (fuori concorso) Salvados

Presso la Cineteca di Bologna, via Riva Reno 72
15.00 – 15.30 Chinamen di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, Italia 2017, 22’

15.30 – 17.30 STORIE DALL’AMERICA LATINA
– Tierra Esperanza di Miko Meloni e Estaban Coloma, Ecuador 2017, 10′
– Frontera Invisible di Nico Muzi e Nicolás Richat, Argentina/Belgio 2016, 28′
– Entre la Espada Y la Pared di Ivan Grozny Compasso, Italia 2017, 64′

15.30 – 17.30 TTFF OFF
Presso il Circolo Costa, via Azzo Gardino 48
– OpenDDB Workshop – TTFF 2017

17.00 -19.00 CORNER LETTERARIO
Presso la Biblioteca Renzo Renzi della Cineteca di Bologna, via Azzo Gardino, 65
Presentazione del dossier di Africa e Mediterraneo “Ritornare”
Chinamen, BeccoGiallo Editore
Balkan Route, Smk Videofactory

Domenica 15 ottobre

Presso il Cinema Lumière, Sala Mastroianni- Via Azzo Gardino 65/b

14.00 – 16.00 POMERIGGIO DOC
– La prima volta di Roberto Cannavò, Italia 2017, 35′ (fuori concorso)
– Free Hadijadatou vs. the State di Lala Gomà e Rosa Cornet, Spagna/Niger 2016, 72′ (fuori concorso)

16.00 – 17.15 SCHERMI E LAVAGNE (entrata a biglietto)
– La mia vita da Zucchina di Claude Barras, Svizzera/Francia 2016, 60′
A seguire nel Cortile della Cineteca di Bologna laboratori per bambini a cura dell’ Associazione Le Ortiche

17.15 – 19.30 CAMBIA MUSICA
– Nessuno è il mio nome, di Agnese Mattanò con i ragazzi dell’Istituto Penale Minorile di Bologna e della comunità ministeriale di via del Pratello, Italia, 15′ (fuori concorso)
– Orchestra Progress: A Story of Afghan Women, di Stefano Liberti e Mohammad Behroozian, Italia/Afghanistan 2017, 36′ (fuori concorso)
– Blooms in the concrete, di Karine Morales e Caroline Péricard, Francia 2017, 54′

19.30 – 21.15 DONNE INVISIBILI
– À Espera / Waiting, di Sónia André e Nivaldo Vasconcelos, Mozambico 2016, 25′
– 2 Girls di Marco Speroni, Italia 2016, 52′

21.15 – 22.00 PREMIAZIONI

22.00 – 23.00 VISIONI NOTTURNE
– Les soeurs: les femmes cachées du Djihad, di Marina Ladous, Roméo Langlois e Etienne Huver, Francia 2017, 60′
23.00 – 24.00 REPLICA DI UNO DEI VINCITORI

12 ottobre 2017