Le contraddizioni della Repubblica delle Idee

Decine di eventi culturali, dibattiti, concerti e workshop a Bologna

la-repubblica-delle-idee

Chi: la Repubblica e la città di Bologna Cosa: concerti, proiezioni, dibattiti, workshop Quando: dal 14 al 17 giugno Dove: Bologna

È per certi aspetti bizzarro che Repubblica chiami la bella serie di eventi che ha organizzato a Bologna per il 14-17 giugnoLa Repubblica delle Idee”, imponente manifestazione di riflessione, dibattito e festa cui prenderanno parte le più autorevoli firme del giornale (come Scalfari e Serra), personalità dello spettacolo (come Bergonzoni e De Gregori),uomini del mondo della cultura (come Baricco e Benni) e rappresentanti delle istituzioni (il Presidente del Consiglio). È un po’ strano perché negli ultimi anni il secondo quotidiano d’Italia ha subito, per molti aspetti, una sostanziale diminuzione delle idee, in modo inversamente proporzionale al costante aumentare di allegati, numero di pagine, inserti pubblicitari, grafici, statistiche e titoletti.

Dall’allineamento alle posizioni del PD, anche quando il PD in realtà non aveva chiaro nemmeno al suo interno su quali fossero le sue posizioni, alla trita riproposizione di articoli “scientifici” sulla sensazionale scoperta del gene dell’obesità a scadenza settimanale, non sempre Repubblica si è dimostrata all’altezza del suo nome e del suo ruolo nella società.

Nell’ultimo periodo, il ridursi delle idee sembra essersi ulteriormente aggravato. Nel momento di peggiore crisi dell’economia occidentale da quasi un secolo a questa parte, infatti, sono scarsi i contributi di riflessione sul quotidiano che indichino una possibile via d’uscita, un pensiero critico, un atteggiamento positivo, un’idea, appunto.

Eppure non si può certo negare che Repubblica sia una delle più grandi industrie culturali del nostro Paese. C’è ancora una “Repubblica buona”. Questo forse è anche ciò che ha intenzione di dimostrare la testata con questa impressionante quattro giorni di eventi importanti e stimolanti. Allora godiamoci questi giorni del tutto gratuiti offerti da Repubblica alla città di Bologna e speriamo che siano di buon auspicio per il futuro.

Vi segnaliamo alcuni degli eventi qui sotto. Per il ricchissimo programma completo potete cliccare qui.

Giovedì 14
Alle 21, dopo l’apertura dell’evento da parte di Ezio Mauro, in Piazza Santa Stefano ci sarà Alessandro Baricco alle prese con le “Ultime indiscrezioni dai Barbari”.
Alle 22:30 in Piazza Maggiore, anteprima del film di Bertolucci “Io e te”.

Venerdì 15
Alle 17, allo Stabat Mater, Fulvio Conti e Massimo Giannini ci diranno che “Il futuro è sostenibile”.
Alle 18, nel Salone del Podestà, Luciano Ligabue in compagnia di Ernesto Assante e Gino Castaldo alle prese con “Il meglio deve ancora venire”.
Alle 22:30, in Piazza Santo Stefano, Alessandro Bergonzoni si esibirà in “Aprimi Cielo”

Sabato 16
Alle 10, Sala Re Enzo, Stefania Di Lellis e Daniele Mastrogiacomo, parlano di “Giornalismo di guerra”.
Alle 15, nella Sala degli Atti, Massimo Bucchi terrà un workshop sulla vignetta.
Alle 16, all’Arena del Sole, Mario Monti discuterà con Eugenio Scalfari ed Ezio Mauro de “Il futuro dell’Italia”.
Alle 17, nella Sala degli Atti, Gipi ed Emiliano Ponzi terranno un workshop sugli illustratori.
Alle 19, in Piazza Santa Stefano, Altan e Michele Serra parleranno de “L’Italia senza Cipputi”.

Domenica 17
Alle 11, allo Stabat Mater, Stefano Benni e la “La Storia d’Italia in quattro corsivi”.
Alle 18, in Piazza Maggiore, concerto finale di Francesco De Gregori.

17 maggio 2012