Come distribuire un documentario? Risponde Lo Sguardo degli Autori

sguardo-autori-list01

Il 28 febbraio e il primo marzo, all’interno di Visioni Italiane, incontri sui percorsi e le possibilità del documentario italiano

 

sguardo-autori-list01

Cosa: Lo sguardo degli autori – I percorsi distributivi del documentario: dalla sala al web
Quando: 28 febbraio, 1 marzo 2014
Dove: Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna; Laboratori Cimes, Via Azzo Gardino 65/b, Bologna
Info: info@dder.org per l’iscrizione ai Tavoli di progettazione
Costo: ingresso e partecipazione gratuita

di Giuseppe Marino

 

Il documentario è una delle forme più interessanti del cinema, e al contempo un’etichetta che gode di una libertà a volte persino difficile da gestire…

Il 28 febbraio e il primo marzo, all’interno di Visioni Italiane, incontri sui percorsi e le possibilità del documentario italiano

 

sguardo-autori-slide01

 

IN BREVE Cosa: Lo sguardo degli autori – I percorsi distributivi del documentario: dalla sala al web Quando: 28 febbraio, 1 marzo 2014 Dove: Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna; Laboratori Cimes, Via Azzo Gardino 65/b, Bologna Info: info@dder.org per l’iscrizione ai Tavoli di progettazione Costo: ingresso e partecipazione gratuita

 

di Giuseppe Marino

 

Il documentario è una delle forme più interessanti del cinema, e al contempo un’etichetta che gode di una libertà a volte persino difficile da gestire. L’unico dovere sembrerebbe quello di osservare un rapporto privilegiato con una frangia della realtà; realtà che, come insegna Greenaway in The Falls, può peraltro essere un legittimo frutto della fantasia. Il piacere dello spettatore è anche nell’imprevedibilità dell’oggetto, mentre l’impegno dell’artista è in tutto simile a quello proprio degli altri cineasti. Uno sguardo documentaristico impersonale è anzi caratteristica del miglior cinema “di finzione”, come una ricerca autoriale e visivamente caratterizzata è spesso una qualità imprescindibile delle opere documentarie più apprezzate. Fra i due mondi non c’è una separazione, ma un’ampia linea di condivisione.

L’imprevedibilità, nel tema e nel linguaggio, le diversità di durata e una certa tendenza antispettacolare, rispetto alla definizione di spettacolo e intrattenimento imposta dalle finzioni mainstream, portano il documentario alla sua proverbiale difficoltà di diffusione. La Cineteca di Bologna e, rimanendo in ambito cittadino, l’imponente macchina del Biografilm, fortunatamente assicurano sul territorio una certa visibilità. Più ancora nei prossimi giorni, con Visioni Italiane, il 20° Concorso nazionali per corti e mediometraggi che si terrà dal 26 febbraio al 2 marzo.

All’interno di Visioni Italiane Lo Sguardo degli Autori, alla sua settima edizione, è l’appuntamento che quest’anno affronterà proprio la questione della distribuzione. Il 28 febbraio e il primo marzo una serie di incontri organizzati da D.E-R – Documentaristi Emilia Romagna consentirà di fare il punto sulle strategie e le opportunità del documentario oggi: dalla distribuzione in sala e le pubblicazioni in dvd, alle rassegne di documentari, fino alle nuove piattaforme online e ai web doc.

Gli appuntamenti di Lo Sguardo degli Autori – I percorsi distributivi del documentario: dalla sala al web avverranno negli spazi del Cinema Lumière. Ecco il programma:

Venerdì 28 febbraio dalle 14.30 alle 16.00 Filippo Vendemmiati, autore e giornalista RAI, modererà l’incontro dedicato a “Sguardi di distribuzione: la sala cinematografica e i mercati internazionali”, ospiti Paolo Pallavidino (autore e produttore EiE Film) e Mario Balsamo (regista di Noi non siamo come James Bond). A seguire alle 16 sarà la volta del focus “Distribuire in Emilia-Romagna: rassegne, festival, cinema ed editoria” alla presenza degli autori Lucrezia Le Moli (regista di Con cuore puro), Roberto Minervini (regista di Stop the pounding heart) e Germano Maccioni (regista di Fedele alla Linea). L’incontro sarà moderato da Adam Selo.

Sabato 1 marzo, dalle 10.30 alle 11.45, si discuterà di “Sguardi di distribuzione e web doc” con Stefano Mutolo (Berta Film distribuzioni) e Matteo Scanni. Alle 11.45 si proseguirà su “La distribuzione nel web: le piattaforme online” con altri due ospiti: Andrea Paco Mariani (Distribuzioni dal basso) e Lisa Tormena (regista di Licenziata). Entrambi i focus della mattina di sabato saranno coordinati da Raffaele Aspide.

I Laboratori Cimes in Via Azzo Gardino 65/b ospiteranno, inoltre, un nuovo appuntamento sabato 1 marzo, dalle 14.30 alle 17.30. Giovani autori, registi e producer potranno confrontarsi e presentare i loro progetti, in fase di realizzazione o conclusi, agli ospiti de Lo Sguardo degli autori, per discutere delle opportunità distributive più adatte ai progetti presentati. Ci si può iscrivere ai Tavoli di progettazione fino al 26 febbraio inviando una email a info@dder.org, allegando la one page del progetto che si intende presentare.

Tutti gli appuntamenti de Lo Sguardo degli Autori sono ad ingresso gratuito.

24 febbraio 2014