‘Cattedrali della cultura’ di Wim Wenders a SalaBio

Cattedrali-della-cultura list01

Tre episodi del progetto collettivo sui grandi centri internazionali della cultura

 

Cattedrali-della-cultura list01

Chi: Filarmonica di Berlino, Il Carcere di Halden, Centre Pompidou
Cosa:
tre film, “Cattedrali della cultura” 3D 
Dove: Cinema Odeon, via Mascarella 3, Bologna
Quando: 9 dicembre 2014, ore 21.15
Costo: 10 euro, ridotto 8 euro
Info: sito Sala Bio

di Erika Gardumi

 

Spesso nel corso dei secoli il concetto multiforme di Cultura ha trovato una sua condensazione fisica nei palazzi. Vuoi…

Tre episodi del progetto collettivo sui grandi centri internazionali della cultura

  

Cattedrali-della-cultura slide01

 

IN BREVE  Chi: Filarmonica di Berlino, Il Carcere di Halden, Centre Pompidou  Cosa: tre film, “Cattedrali della cultura” 3D  Dove: Cinema Odeon, via Mascarella 3, Bologna  Quando: 9 dicembre 2014, ore 21.15  Costo: 10 euro, ridotto 8 euro Info: sito Sala Bio

 

di Erika Gardumi

 

Spesso nel corso dei secoli il concetto multiforme di Cultura ha trovato una sua condensazione fisica nei palazzi. Vuoi perché nei grandi palazzi antichi è stato più facile trovare manufatti e opere che della cultura ci parlano, vuoi perché da sempre ci sono palazzi nati per accogliere le persone che di cultura si interessano. Wim Wenders li ha chiamati “Cattedrali della cultura“, connotandoli fortemente per il loro carattere di luoghi di culto, mete luminose per pellegrini della cultura provenienti da tutto il mondo.

Insieme a lui altri cinque registi, Michael Glawogger, Michael Madsen, Robert Redford, Margreth Olin e Karim Aïnouz, si sono interrogati su quali fossero al giorno d’oggi queste cattedrali della cultura e hanno riflettuto sull’interessante intreccio tra valore artistico, sociale e umano che le rende luoghi vivi, quasi dotati di anima. I sei monumenti architettonici che rientrano in questa sottile definizione sono sei: la Filarmonica di Berlino, icona della modernità; la Biblioteca Nazionale Russa, impero silenzioso delle idee; il Carcere di Halden, prigione modello che rieduca alla vita e al pensiero; il SalkInstitute, monastero della scienza in California; il Palazzo dell’Opera di Oslo, una simbiosi futurista di arte e vita; il Centre Pompidou, una macchina della cultura moderna.

Sei cattedrali, diventate altrettanti episodi di un film collettivo che racconta i gioielli di architettura e cultura del nostro tempo a partire da una domanda bizzarra quanto intrigante: “Se gli edifici potessero parlare, cosa direbbero di noi?”

Martedì 9 dicembre sarà l’occasione per vedere a Bologna tre di questi episodi in versione 3D, nella serata speciale Sala Bio ospitata dal cinema Odeon. Nello specifico saranno proiettati: 

Episodio 1 – La Filarmonica di Berlino. Icona di modernità (regia di W. Wenders)

Episodio 2 – Il Carcere di Halden. La prigione più umana del mondo (regia di M. Madsen)

Episodio 3 – Il Centre Pompidou. Una macchina di cultura moderna (regia di K. Aïnouz)

Tre viaggi in un’estetica caricata di significati, tre registi che affrontano l’imponenza e l’eleganza della loro cattedrale come se cercassero, attraverso la macchina da presa, di farsi raccontare dalla sua voce sommessa una pezzo della nostra identità culturale. 

 

 

3 dicembre 2014