Bologna accoglie il 2015 con il capodanno Dallalto

capodanno-bologna-15-list01

In Piazza Maggiore Scartchy, M+A e Vecchione. E il 1° musica sinfonica e mostre 

 

capodanno-bologna-15-list01

Cosa: il capodanno di Bologna
Dove: si comincia da Piazza Maggiore 
Quando: 31 dicembre 2014 e 1° gennaio 2015

di Giuseppe Marino

“Sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno”, chissà che il 2015 non sia l’anno buono per l’avverarsi della profezia. Ma già se ognuno potesse fare l’amore come gli va sarebbe un risultato da incorniciare.

In Piazza Maggiore Scartchy, M+A e Vecchione. E il 1° musica sinfonica e mostre

 

capodanno-bologna-15-slide01

 

IN BREVE Cosa: il capodanno di Bologna Dove: si comincia da Piazza Maggiore Quando: 31 dicembre 2014 e 1° gennaio 2015 Foto: Francesca Sara Cauli

 

di Giuseppe Marino

 

capodanno-bologna-15-int01“Sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno”, chissà che il 2015 non sia l’anno buono per l’avverarsi della profezia. Ma già se ognuno potesse fare l’amore come gli va sarebbe un risultato da incorniciare. Staremo a vedere. La festa, intanto, sarà come tradizione in piazza Maggiore, dove Bologna consuma i suoi ultimi dell’anno con una formula collaudata ed efficace.

Dallalto, il nome-contenitore delle esibizioni dal balcone centrale di Palazzo d’Accursio, attacca alle 22.30 con Barry Myers in arte dj Scratchy, tour dj che scaldava i concerti dei Clash in fine dei ’70, nonché le tournée mondiali di Iggy Pop e, in tempi più recenti, apripista di Joe Strummer & The Mescaleros, The Pogues e Gogol Bordello. Sono dunque previste bordate punk rock e ska, assieme a sonorità più elettroniche.

Sul fare delle della mezzanotte Myers passerà il testimone ai forlivesi Michele Ducci e Alessandro Degli Angioli, ovvero gli M+A, giovane band electro pop dal respiro e il successo internazionale. La loro performance ibriderà dj-set e live.

La fatidica mezzanotte sarà rischiarata e sollevata dal rogo del Vecchione, apotropaico rito dal sapore piacevolmente pagano e il retrogusto affumicato (breve digressione: quando avrete bisogno di vedere un buon film e sedare un inatteso impeto di ottimismo, guardate La Quinta Stagione, che prende il via da una sorta di Vecchione decisamente refrattario a prender fuoco). Il Vecchione di quest’anno è disegnato dall’artista Andreco, e raffigura un mezzobusto che sopporta il peso di un grosso macigno, un incontro fra Sisifo, Atlante e la signora blu dalla lunga lingua rossa di Nirvana con indosso una maschera da Dottor Zero. Sul petto la scritta “Più forte dei guai”, ad augurare a tutti un futuro prossimo più sostenibile. A fine serata sarà sguinzagliato un servizio navetta che collegherà il centro della città con i principali locali dove si festeggerà fino allo stremo.

Per gli amanti del lato luminoso del Capodanno, giovedì 1° gennaio il Parco della Montagnola (via Irnerio 2/3) ospiterà il Concerto di Capodanno con I Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna che, insieme al flautista Marco Coppi, proporranno un repertorio che spazierà dalla musica classica alle colonne sonore storiche della cinematografia italiana. Il concerto avrà ben due esibizioni: la prima alle 11.00 e la seconda alle 17.00. Costo: 10 euro concerto con brindisi, 40 euro concerto con brindisi e pranzo presso “I Portici Hotel”.

Molti musei, inoltre, saranno aperti, fra cui il MAMbo (via Don Minzoni 14), che espone la personale di Lawrence Carroll inaugurata il 12 dicembre e “Morandi e l’antico: Vitale da Bologna, Barocci, Rembrandt e Crespi”, e Palazzo Pepoli (via Castiglione 8), con “Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l’aldilà tra capolavori e realtà virtuale”.

A tutti, buon anno nuovo.

22 dicembre 2014