Art City Bologna 2017, la città si fa arte

ART-CITY-Bologna-2017

Il weekend Arte Fiera porta in città esposizioni, eventi, una notte bianca e mostre site specific

 

ART-CITY-Bologna-2017

Cosa: Art City Bologna 2017
Quando: 27-29 gennaio 2017
Dove: Bologna, varie locations
Costo: variabile

di Erika Gardumi

 

Anche quest’anno – o forse quest’anno ancora di più – i numeri messi in campo dalla manifestazione…

Il weekend Arte Fiera porta in città esposizioni, eventi, una notte bianca e mostre site specific

 

ART-CITY-Bologna-2017 parasite people neon

 

IN BREVE  Cosa: Art City Bologna 2017 Quando: 27-29 gennaio 2017 Dove: Bologna, varie locations Costo: variabile Info: agenda.comune.bologna.it/cultura/artcity

 

di Erika Gardumi

 

Anche quest’anno – o forse quest’anno ancora di più – i numeri messi in campo dalla manifestazione ArteFiera e dalla sua controparte intra moenia Art CIty Bologna sono immensi. Dal 27 al 29 gennaio 2017 il weekend bolognese dedicato all’arte promette di portare in città 1 nuova sezione progettuale, 13 progetti speciali per la città, 55 luoghi, 100 appuntamenti – tra mostre, progetti espositivi, azioni performative, incontri, proiezioni cinematografiche e iniziative per bambini.

C’è di che perdersi, come sempre, soprattutto se pensiamo che Art City Bologna è solo la giovane costola di ArteFiera, la quinta edizione della sezione cittadina di un happening d’arte che ha quartier generale alla Fiera e che quest’anno di compleanni ne conta 41. 

Ma fermiamoci qui, con i numeri. Il vero problema di chi vuole avvicinare Art City Bologna è capire quante e quali cose è possibile vedere nel breve soffio di un weekend. Immaginiamo quindi di voler approfondire un solo filone. Ecco cosa potete fare, immaginando di dover caratterizzare il vostro percorso in maniera drastica:

1) Concentrarvi solo sugli interventi site specific, realizzati cioè apposta per l’evento, inseriti nella cornice di Art City Polis:

  • Marco Di Giovanni. Orizzonte degli eventi (Museo internazionale e biblioteca della musica)
  • Chiara Lecca. A fior di pelle (sale delle Collezioni Comunali d’Arte di Palazzo d’Accursio)
  • Ornaghi & Prestinari. Grigio Lieve (Casa Morandi)
  • Martino Genchi. Raccogli la cosa nell’occhio (Museo Civico Medievale)
  • Jonas Burgert. Lotsucht / Scandagliodipendenza (MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna)
  • Attualità di Morandi. Opere donate al Museo dal 1999 ad oggi (Museo Morandi)
  • Calori & Maillard. Causerie – conversazione (ex negozio Gavina – via Altabella)
  • ON per La via Zamboni (Piazza Verdi)
  • Jonathan Burrows / Matteo Fargion & guests. Hysterical Furniture (Circolo Ufficiali)
  • Mariateresa Sartori. Per caso e per necessità (Museo di Palazzo Poggi)
  • Bertozzi & Casoni. STORIE NATURALI. Bertozzi & Casoni al Museo di Palazzo Poggi

2) Scegliere l’arte su grande schermo, approfittando della rassegna ART CITY Cinema curata dalla Cineteca di Bologna, con ritratti d’artista, di fiction e non, dal Rembrandt di Peter Greenaway a Picasso, da Bosch a Chagall. Il programma qui: cinetecadibologna.it/artcity_2017

3) Lasciarvi condurre dalla notte, o meglio dalla Art White Night di sabato 28 gennaio, creandovi un percorso d’arte tra i numerosi eventi off in calendario qui: artefiera.it/artcitywhitenight/979.html

4) Optare per una full immersion nella fotografia, assistendo ai talks sullo stato della fotografia contemporanea organizzati in fiera (il programma qui: artefiera.it/eventi/eventi-in-fiera/sezione-fotografia/6983.html) oppure andando a visitare la mostra “Bowie – L’europeo” alla Biblioteca di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro 20/2, Bologna)

5) Decidere che il vostro unico interesse è l’editoria, motivo per cui vi ritroverete a passare il vostro tempo tra Palazzo Re Enzo (Fruit Exhibition – Fiera dell’editoria indipendente) e l’autostazione di Bologna (dove SetUp Fair dedica una sezione, appunto, all’editoria)

6) Oppure potete fare tutte queste cose (e molte di più) approfittando del ART CITY Bus, navetta gratuita che collega la sede della fiera al circuito dei luoghi dell’arte in città con un percorso circolare articolato in quindici fermate: Arte Fiera (capolinea – Piazza Costituzione), CUBO 5 (via Stalingrado Parri), Museo per la Memoria di Ustica (via Ferrarese), via Irnerio (Sferisterio), Pinacoteca / Accademia (via Irnerio – Porta San Donato), via San Vitale (angolo Piazza Aldrovandi), Due Torri (Piazza Ravegnana), Piazza Minghetti, via Farini (angolo via D’Azeglio), Piazza Malpighi, MAMbo (Don Minzoni), Villa Spada, MAST (Centro Vittoria), Opificio Golinelli (fermata provvisoria), MAMbo (Don Minzoni – lato museo). Le corse, gratuite, partono da Piazza Costituzione ogni 20 minuti dalle ore 14 alle 19.40. Sabato 28 gennaio l’orario viene prolungato con un percorso che termina al MAMbo alle ore 23.15.

Se scegliete quest’ultima possibilità e riuscite effettivamente a vedere tutto diventerete con tutta probabilità una performance vivente, ma certo non potrete dire di aver sprecato il weekend più artistico dell’anno. Buon viaggio!

25 gennaio 2017 

 

ª