Torna a Bologna la carica degli Juredurè

L’etno-patchanka scatenata di un ensemble pieno di energia

Juredurè all'Arteria

Chi: Juredurè
Cosa: concerto
Quando: 16 febbraio
Dove: Arteria, Vicolo Broglio 1/E
Info: 0510563855

Il club tour di presentazione di “Ritorno” – il nuovo album degli Juredurè uscito a gennaio per l’etichetta bolognese Borgatti Records (quella che, molti anni fa, per prima scoprì Vasco Rossi) – sta toccando tutta Italia da Roma (in concerto anche negli studi di Radio Popolare) alla Toscana…

L’etno-patchanka scatenata di un ensemble pieno di energia


Juredurè all'Arteria

IN BREVE Chi: Juredurè Cosa: concerto Quando: giovedì 16 febbraio Dove: Arteria, Vicolo Broglio 1/E Info: 051 0563855

di Andrea Marino

Juredurè Ritorno

Il club tour di presentazione di “Ritorno” – il nuovo album degli Juredurè uscito a gennaio per l’etichetta bolognese Borgatti Records (quella che, molti anni fa, per prima scoprì Vasco Rossi) – sta toccando tutta Italia: da Roma (in concerto anche negli studi di Radio Popolare) alla Toscana, passando per la Calabria, luogo di nascita per molti membri del gruppo. Soltanto a Bologna, però, gli Juredurè possono sentirsi davvero a casa, qui dove l’istrionico ensemble di musicisti professionisti si è formato otto anni fa nelle aule del Conservatorio “G. B. Martini”.

Ed è per questo che il concerto di giovedì 16 febbraio, ore 22, all’Arteria di vicolo Broglio, 1, sarà per loro una data speciale. Quella in cui – tra gli altri pezzi – presenteranno alla loro città le canzoni del nuovo album: dieci nuovi brani in bilico tra tradizioni e innovazioni sonore, un’etno-patchanka scatenata dietro cui si celano le musiche che già tante volte hanno fatto sognare gli spettatori cinematografici. Anche sotto la stella del grande schermo, infatti, un doppio filo lega gli Juredurè alla loro città d’adozione, Bologna. Sono alcuni di loro gli esecutori di entrambe le colonne sonore dei film del bolognese Giorgio Diritti, “Il vento fa il suo giro” e “L’uomo che verrà”. Così come il sound degli Juredurè ha stregato il regista tedesco Wim Wenders, che ascoltato un loro provino li ha voluti per la colonna sonora de “Il volo”, film sull’accoglienza girato in Calabria, già mediometraggio e a breve un vero e proprio film. L’ultima sortita, invece, sarà presto nelle sale: “Itaker” è il nuovo film prodotto da Michele Placido, che racconta la storia degli italiani in Germania negli anni ’60. Sul set gli Juredurè impersonano “I Missili” per un piccolo cammeo: una stralunata banda di suonatori sul palco alle feste degli emigrati. Un omaggio alle radici, che fa pendant con le splendide rielaborazioni di brani storici con cui la band ha partecipato alla colonna sonora del film.

Eccovi un assaggio dell’ensemble degli Juredurè al completo di fiati, percussioni, chitarre e voci, quest’estate al Radici EtnoContest di Viggianello (PZ).


13 febbraio 2012