Paterson: gennaio in Cineteca comincia col film più bello dell’anno appena concluso

cineteca-gennaio2017-list01

Tutto Jarmusch, Art City Cinema e molto altro per un inizio 2017 da vivere al cinema

 

cineteca-gennaio2017-list01

Cosa: selezione degli appuntamenti del gennaio 2017 in Cineteca
Dove: Cineteca Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna  

di Giuseppe Marino

 

Quel che è certo è che l’inizio dell’anno della cineteca è eccellente, e il minimo che si possa fare è andargli incontro, magari lasciarsi ispirare. Al centro di questo gennaio 2017 tutto da esplorare c’è Jim Jarmusch, da trentasei anni…

Tutto Jarmusch, Art City Cinema e molto altro per un inizio 2017 da vivere al cinema

 

cineteca-gennaio2017-slide01

 

IN BREVE Cosa: selezione degli appuntamenti del gennaio 2017 in Cineteca Dove: Cineteca Cinema Lumière, via Azzo Gardino 65, Bologna Info: http://www.cinetecadibologna.it/

 

di Giuseppe Marino

 

Quel che è certo è che l’inizio dell’anno della cineteca è eccellente, e il minimo che si possa fare è andargli incontro, magari lasciarsi ispirare. Al centro di questo gennaio 2017 tutto da esplorare c’è Jim Jarmusch, da trentasei anni maestro del cinema minimalista e indipendente americano, artefice e protagonista di mondi essenziali, silenziosi e dall’anima blues. Il cinema Lumiére è una delle poche sale italiane in cui si può finalmente vedere il suo ultimo lavoro, Paterson, che è anche uno dei suoi film più belli e riusciti. Una settimana nella vita di Paterson, autista di autobus della città di Paterson, New Jersey, scandita fra il lavoro, la passione per la poesia, la creatività della compagna e i rantoli di un bulldog inglese. Un autoritratto che il suo autore esegue in maniera molto più spontanea rispetto al precedente, piuttosto didascalico, Solo gli Amanti Sopravvivono, e uno dei più riusciti incontri fra cinema e poesia dai tempi di Il Cielo Sopra Berlino. Con dei protagonisti perfettamente in parte, Adam Driver e Golshifteh Farahani, una sintassi filmica impeccabile e coinvolgente nel montaggio e nelle scelte della narrazione, rende evidente la differenza tra i film che mostrano solo loro stessi e quelli, come Paterson, che costruiscono un racconto che sa rendere universalmente significativo ogni dettaglio, tratteggiando la realtà di una vita e di una storia d’amore. Probabilmente il miglior film dell’anno appena concluso, per il momento in programma fino a mercoledì 4 gennaio alle 18.00, 20.15 e 22.30 [UPDATE: prolungato fino al 18 gennaio].

Nella rassegna Permanent Vacation: il cinema di Jim Jarmusch, la preziosa possibilità di ritrovare in sala la filmografia quasi completa e in ordine quasi cronologico dell’autore di Akron, con la sola (strana) eccezione di Stranger than Paradise. Dall’11 al 21 gennaio, oltra a titoli ormai storici e riconosciuti come Dead Man, Down by Law e Ghost Dog, una menzione particolare la merita The Limits of Control, storia svuotata e misteriosa di un lone man in un viaggio fra indizi e incontri indecifrabili, altro grandissimo film del 2009 che fino ad ora non ha praticamente mai visto il buio delle nostre. Tutte le proiezioni sono in lingua originale con sottotioliin italiano, ecco il programma completo:

Mercoledì 11 gennaio 20.00 PERMANENT VACATION
(USA/1980) di Jim Jarmusch (75′) Introduce Roy Menarini
22.15 DAUNBAILÒ
(Dawn by Law, USA/1986) di Jim Jarmusch (104′)

Giovedì 12 gennaio 18.00 MISTERY TRAIN – MARTEDÌ NOTTE A MEMPHIS
(Mistery Train, USA-Giappone/1989) di Jim Jarmusch (110′)
22.15 TAXISTI DI NOTTE
(Night on Earth, USA-Giappone-Francia-GB-Germania/1991) di Jim Jarmusch (129′)

Venerdì 13 gennaio 18.00 DAUNBAILÒ
(Dawn by Law, USA/1986) di Jim Jarmusch (104′)
21.45 DEAD MAN
(USA/1995) di Jim Jarmusch (121′)

Sabato 14 gennaio 17.45 YEAR OF THE HORSE
(USA/1997) di Jim Jarmusch (106′)
22.15 GHOST DOG – IL CODICE DEL SAMURAI
(Ghost Dog: The Way of the Samurai, Francia-Germania-USAGiappone/ 1999) di Jim Jarmusch (116′)

Domenica 15 gennaio 20.45 COFFEE AND CIGARETTES
(USA-Giappone-Italia/2003) di Jim Jarmusch (95′)

Mercoledì 18 gennaio 17.45 THE LIMITS OF CONTROL
(USA-Giappone/2009) di Jim Jarmusch (116′)
22.30 SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO
(Only Lovers Left Alive, GB-Germania-Francia-Cipro-USA/2013) di Jim Jarmusch (123′)

Giovedì 19 gennaio 17.45 THE LIMITS OF CONTROL
(USA-Giappone/2009) di Jim Jarmusch (116′)

Venerdì 20 gennaio 22.30 SOLO GLI AMANTI SOPRAVVIVONO
(Only Lovers Left Alive, GB-Germania-Francia-Cipro-USA/2013) di Jim Jarmusch (123′)

Sabato 21 gennaio 22.30 LENINGRAD COWBOYS GO AMERICA
(Finlandia-Svezia/1989) di Aki Kaurismäki (78′)

Ci sono anche molti altri titoli e autori a impreziosire questo gennaio. Un pezzo forte è senz’altro la versione restaurata e (anche) in 3D del mitologico Il Mago di Oz (Victor Fleming 1939), il 2, 3, 6 e 8 del mese. Ritroviamo due titoli molto interessanti, qui già apprezzati e recensiti, Captain Fantastic (sabato 7 22.15, domenica 8 20.00, 22.20) e, fino al 4 gennaio, l’ultimo Dolan di È Solo la Fine del Mondo. Domenica 8 e mercoledì 11 alle 18.00 è la volta del capolavoro dell’unico film nonché capolavoro di Charles Laughton, La Morte Corre sul Fiume, idealmente a braccetto con il Cape Fear originale (5 e 7 gennaio) e con la fiaba dark di un Tim Burton finalmente di nuovo in spolvero, Miss Peregrine – La Casa dei Ragazzi Speciali, sabato 28 alle 16.00.

Per Art City Cinema, rassegna che inaugura il 17 gennaio, segnaliamo Nightwatching di Peter Greenaway, ispirato dall’opera di Rembrandt (venerdì 27, 22.15) e la novità Il Curioso Mondo di Hieronymus Bosch (domenica 29, 20.30). Molti altri titoli nel programma si avvicineranno all’arte di Dalì, Pratt, Kahlo, Abramovic, Picasso. Chiudiamo con la raccomandazione di uno dei migliori film di animazione degli ultimi tempi, il sorprendete stop motion di Kubo e la Spada Magica, fantastica storia di formazione dello studio Laika, al cinema Lumiére sabato 7 gennaio alle 17.00.

Buone visioni, e buon anno.

2 gennaio 2017