L’altra faccia delle donne alla Coop Ambasciatori

Monica Triglia ha raccontato in un libro le storie delle volontarie di Msf

monica-triglia-laltrafacciadellaterra-list01

IN BREVE Chi: Monica Triglia e Annamaria Tagliavini Cosa: presentazione di “L’altra faccia della terra” (Mondadori) Quando: Giovedì 9 febbraio 2012, ore 18:00 Dove: Coop Ambasciatori, Via Orefici, 19 Costo: gratis Info: 051/220131

di Simone Arminio

Ci sono molte tipologie di donne. Quelle di successo, soprattutto in Occidente, in genere sono sulla cresta dell’onda, hanno volti noti e finiscono sulle riviste per donne (una tra tante è Donna Moderna). Quelle senza volto, soprattutto nel Sud e in Oriente, non hanno nome e in genere vivono, lottano, soffrono e muoiono all’oscuro del mondo.

A rompere il cerchio del noto e dell’ignoto è un libro che verrà presentato giovedì 9 febbraio alle 18 presso la Coop Ambasciatori di Bologna. Il titolo è indicativo: “L’altra faccia della terra” (Mondadori). Sottotitolo: Storie di donne senza diritti e di donne che lottano per ridar loro la dignità. L’autrice è Monica Triglia, caporedattrice centrale di Donna Moderna ma anche autrice di frequenti reportage dal mondo, alla ricerca delle storie e della dignità perduta di molte donne. Il terzo incomodo è un’organizzazione nella quale donne e uomini operano quotidianamente per alleviare le sofferenze dei propri simili e che di nome fa Medici Senza Frontiere.

Ed ecco la quadratura del cerchio. Monica Triglia ha viaggiato al seguito di Medici Senza Frontiere per sei mesi. Un lungo periodo per testimoniare il lavoro di medici, infermiere, psicologhe, ingegneri, architette… un gruppo di donne del primo tipo (occidentali e di successo) che a un certo punto hanno deciso di mollare tutto per correre in aiuto alle donne del secondo tipo: bambine pakistane vendute per pochi soldi, donne haitiane senza famiglia e minacciate dal colera, guatemalteche stuprate per strada in pieno giorno, madri malawiane contagiate, che con i loro bimbi condividono povertà e aids.

La scoperta è duplice e declinata al femminile: conoscere l’ingiustizia e la sua risposta. E scoprire come la solidarietà possa cambiare la vita al pari del dolore, attraverso percorsi di vita fortuiti e disparati. Un inno al coraggio delle donne, nella speranza che possa sparire dalla faccia della terra l’idea di un sesso, di un luogo o di un futuro di serie B.

Molte cose in più ce le racconterà la viva voce di Monica Triglia, in compagnia di un’altra donna in prima linea: Annamaria Tagliavini, direttrice della Biblioteca Italiana delle Donne (via del piombo, 5 – Bologna). Il resto lo faranno le 180 pagine del libro, in vendita in tutte le librerie e su internet per Strade blu di Mondadori a 17,50 euro.

30 gennaio 2012